Prossimi eventi

Sostenere col 5 X 1000 il Circolo della Musica di Bologna
non costa nulla ma è di vitale importanza per poter continuare a programmare le attività culturali; basta porre la firma nella casella associazioni di promozione sociale e il c.f. del circolo 92047660375 nella propria dichiarazione

PROSSIMI EVENTI

 

———————————————-

SALA ANDREA E ROSSANO BALDI

foto 2 sala 2 pianofortiVia Valleverde 33, Rastignano-Bologna

11 settembre ore 10
1° incontro della master class di pianoforte

Docente Mario Panciroli

 

SALA GOETHE-ZENTRUM

DSC_0104 copiac/o Istituto di Cultura Germanica/Alliance Française
Via De’ Marchi 4, Bologna ORE 21,15
XXXII STAGIONE CONCERTISTICA 2016 ANDREA E ROSSANO BALDI
La sala è dotata di un pianoforte YAMAHA C7
 
SABATO 8 OTTOBRE
IMG_0444 copiaAYUMI MATSUMOTO, pianoforte
Primo premio assoluto (cat. D) al V Concorso pianistico internazionale Andrea Baldi
Programma da definire

 

 
 saori toyama 1 ass concorso andrea baldi 2016 WEB1SABATO 22 OTTOBRE
SAORI TOYAMA, pianoforte
1° PREMIO ASSOLUTO
VI CONCORSO INTERNAZIONALE “ANDREA BALDI”
BEETHOVEN: SONATA OP. 101
SCHUBERT: TRE KLAVIERSTUKE D 946
RAVEL UNA BARCA SULL’OCEANO;
ALBORADA DEL GRACIOSO
CHOPIN: SONATA N. 3 OP. 58
 
 
Foto Duo ginanneschi franchinaSABATO 5 NOVEMBRE
SIMONE GINANNESCHI, flauto
FLORIANA FRANCHINA, pianoforte
MOZART BEETHOVEN VERDI

 

luca rasca fotoSABATO 19 NOVEMBRE
LUCA RASCA, pianoforte
2° concerto dedicato all’esecuzione integrale dell’opera di
CHOPIN: LE SONATE

 

Duo Albertini Bruni 02SABATO 3 DICEMBRE
SANTO ALBERTINI, armonica a bocca
EDOARDO BRUNI, pianoforte
MORRICONE: NUOVO CINEMA PARADISO, PLAYING LOVE, NOCTURNE WITH NO MOON, GABRIEL’S OBOE,
C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA, C’ERA UNA VOLTA IL WEST
BRUNI: PER ANNA (PIANO SOLO), DUE VALZER PER MILENA (PIANO SOLO) ,TANGO DI ALICE
PIAZZOLLA: AVE MARIA, NOVITANGO, INVIERNO PORTENO, OBLIVION, LIBERTANGO
 —————————————–
INGRESSO AI SINGOLI CONCERTI: 10 euro (Soci Endas)
Non soci: 2 euro in più per tessera Endas
NON SONO PREVISTE PREVENDITE. LA SALA APRE ALLE ORE 20,30 LA SERATA DEL CONCERTO

CHI SI ASSOCIA AL CIRCOLO AVRA’ IL POSTO RISERVATO E L’ENTRATA GRATUITA A 15 CONCERTI
(10 concerti presso L’ISTITUTO DI CULTURA GERMANICA/ALLIANCE FRANÇAISE
E 5 CONCERTI PRESSO LA SALA ANDREA E ROSSANO BALDI DI RASTIGNANO)

QUOTA ASSOCIATIVA 2016: 100 EURO (SOCI DEL CIRCOLO, SOCI ENDAS, SOCI ALLIANCE FRANÇAISE E ISTITUTO DI CULTURA GERMANICA: 95 EURO)

PER DESTINARE IL 5 X 1000 AL CIRCOLO DELLA MUSICA DI BOLOGNA
BASTA INSERIRE IL CODICE FISCALE DEL CIRCOLO 92047660375 (CASELLA ASSOC. DI PROMOZIONE SOCIALE)
 
INFO: circolodellamusica@alice.it
www.circolodellamusica.it
 
Direzione artistica Sandro Baldi 335 535 9064
 
———————————————————

I prossimi eventi

Sostenere col 5 X 1000 il Circolo della Musica di Bologna
non costa nulla ma è di vitale importanza per poter continuare a programmare le attività culturali; basta porre la firma nella casella associazioni di promozione sociale e il c.f. del circolo 92047660375 nella propria dichiarazione

Prossimi eventi

 
 

SALA GOETHE-ZENTRUM

c/o Istituto di Cultura Germanica/Alliance Française
Via De’ Marchi 4, Bologna ORE 21,15
XXXII STAGIONE CONCERTISTICA 2016 ANDREA E ROSSANO BALDI
La sala è dotata di un pianoforte YAMAHA C7

profile2
SABATO 8 OTTOBRE
AYUMI MATSUMOTO, pianoforte
Programma da definire
 
logo cartello concorso baldiSABATO 22 OTTOBRE
PIANISTA VINCITORE DEL 1° PREMIO ASSOLUTO
VI CONCORSO INTERNAZIONALE “ANDREA BALDI”
 
 
 
Foto Duo ginanneschi franchinaSABATO 5 NOVEMBRE
SIMONE GINANNESCHI, flauto
FLORIANA FRANCHINA, pianoforte
MOZART BEETHOVEN VERDI

 

luca rasca fotoSABATO 19 NOVEMBRE
LUCA RASCA, pianoforte
2° concerto dedicato all’esecuzione integrale dell’opera di
CHOPIN: LE SONATE

 

Duo Albertini Bruni 02SABATO 3 DICEMBRE
SANTO ALBERTINI, armonica a bocca
EDOARDO BRUNI, pianoforte
MORRICONE: NUOVO CINEMA PARADISO, PLAYING LOVE, NOCTURNE WITH NO MOON, GABRIEL’S OBOE,
C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA, C’ERA UNA VOLTA IL WEST
BRUNI: PER ANNA (PIANO SOLO), DUE VALZER PER MILENA (PIANO SOLO) ,TANGO DI ALICE
PIAZZOLLA: AVE MARIA, NOVITANGO, INVIERNO PORTENO, OBLIVION, LIBERTANGO
 —————————————–

INGRESSO AI SINGOLI CONCERTI: 10 euro (Soci Endas)
Non soci: 2 euro in più per tessera Endas

CHI SI ASSOCIA AL CIRCOLO AVRA’ IL POSTO RISERVATO E L’ENTRATA GRATUITA A 15 CONCERTI
(10 concerti presso L’ISTITUTO DI CULTURA GERMANICA/ALLIANCE FRANÇAISE
E 5 CONCERTI PRESSO LA SALA ANDREA E ROSSANO BALDI DI RASTIGNANO)

QUOTA ASSOCIATIVA 2016: 100 EURO (SOCI DEL CIRCOLO, SOCI ENDAS, SOCI ALLIANCE FRANÇAISE E ISTITUTO DI CULTURA GERMANICA: 95 EURO)

PER DESTINARE IL 5 X 1000 AL CIRCOLO DELLA MUSICA DI BOLOGNA
BASTA INSERIRE IL CODICE FISCALE DEL CIRCOLO 92047660375 (CASELLA ASSOC. DI PROMOZIONE SOCIALE)
 
INFO: circolodellamusica@alice.it
www.circolodellamusica.it
 
Direzione artistica Sandro Baldi 335 535 9064

 

Recensioni a 5 stelle al cd Debussy/Baldi

Segnalo due bellissime recensioni appena uscite (giugno e luglio 2016) al mio ultimo cd  edito da Bongiovanni:
DEBUSSY (preludi, arabesche, valzer ecc)   su AMADEUS (5 stelle) e FANFARE l’importante rivista americana.
(il cd viene regalato ai partecipanti al concorso Andrea Baldi)Per chi  voglia leggerle su questo sito
http://www.circolodellamusica.it/discografia-sandro-baldi/

Per chi voglia condividerle ho postato su facebook l’annuncio  (nel mio profilo)

Grazie in anticipo per chi condividerà

Sandro Baldi

 

C.S. 6 concorso Andrea Baldi 2, 3, 4, 5 giugno 2016

Comunicato stampa 6 Concorso pianistico Andrea Baldi

IL CONCORSO BALDI CHE RICORDA ANDREA

2, 3, 4, 5 giugno 2016 le date della VI edizione del CONCORSO PIANISTICO “ANDREA BALDI” (che si concluderà DOMENICA 5 GIUGNO alle ore 21,15 col CONCERTO DEI VINCITORI ALL’ORATORIO SAN ROCCO) strutturato quest’anno in sei categorie e caratterizzato da una giuria di respiro internazionale formata dai pianisti Sofya Gulyak, Annalisa Londero, Roberto Plano, Giuseppe Aneomanti,
Gino Brandi e dal produttore discografico Alberto Spano.

L’edizione 2016 si realizza grazie al sostegno della Fondazione Del Monte, dell’Endas Emilia Romagna, di Sidex, di Antonella Brunelli e di Sandro Baldi.

BOLOGNA – Sono circa 400 i concorrenti delle prime cinque edizioni, provenienti da Italia, Brasile, Giappone, Estonia, Taiwan, Corea, Cina, Polonia, Romania, Russia, Spagna, Bulgaria, Slovenia, Svizzera.

Il Concorso Pianistico “Andrea Baldi”, è stato fondato dal pianista Sandro Baldi nel 2011 per perpetuare la memoria del figlio Andrea, scomparso a 18 anni in un incidente stradale. Il concorso ha segnalato nelle passate edizioni il grande talento di Elena Nefedova, Ayumi Matsumoto, Johan Randvere, Tomoko Ikuta, Liao Xianji, Megumi Nakanomori, João Tavares Filho Josiko Furukawa e degli italiani Giulio Andreetta, Virginia Rossetti, Alessandra Giunti, Alberto Tessarotto, Margherita Santi, Dario Zanconi, Jacopo Giacopuzzi. Ecco ora prendere avvio la sesta edizione in programma dal 2 al 5 giugno 2016 presso l’Auditorium “Andrea e Rossano Baldi” di Rastignano (BO), con concerto finale all’Oratorio di San Rocco di Bologna il 5 giugno alle 21,15 (ingresso ad offerta libera).

Si tratta di un concorso pianistico riservato a tutti i giovani pianisti, articolato quest’anno in sei categorie (la A riservata agli alunni delle scuole medie a indirizzo musicale, la B fino a 10 anni, la C fino a 12, D fino a 15, la E fino a 20 e la G fino a 35), che contempla l’esecuzione di un vasto repertorio. Oltre ai premi in denaro per ogni categoria, ai vincitori assoluti delle categorie E e F saranno assicurati otto concerti premio offerti da

Associazione Malipiero Concerti di Asolo (2 luglio 2016)
Circolo della Musica di Bologna (XXXII stagione 2016: 7 luglio)
Festival Più Piano di Roncegno (9 Agosto 2016)
Associazione Amici della Musica di Ferrara (10 Agosto 2016)
Circolo della Musica di Bologna (XXXII stagione 2016: 22 ottobre)
Circolo Culturale Lirico Bolognese (23 ottobre 2016)
Amici dell’Arte di Lugo (2017)
Emilia Romagna Festival (2017)

Il montepremi è di oltre 3.000 euro e all’interno del bando è contemplato anche un ‘premio Endas Emilia Romagna’, un ‘premio speciale Andrea Baldi’ per le migliori esecuzioni delle composizioni del piccolo Andrea, revisionate e pubblicate a cura del Circolo della Musica e un ‘premio Curci’ consistente in due buoni acquisto di libri delle edizioni Curci.

Qualche breve dato anagrafico dei cinque giurati dell’edizione 2016:

ROBERTO PLANO. Vincitore del Cleveland International Piano Competition e premiato ai Concorsi Van Cliburn, Honens, Géza Anda, Dublino, Valencia e Sendai, ha intrapreso una carriera internazionale che lo ha portato a esibirsi in sale quali Lincoln Center e Steinway Hall (New York), Herculessaal e Gasteig (Monaco), Wigmore Hall e St. John’s Smith Square (Londra), Salle Cortot (Parigi), National Concert Hall (Dublino), Sala Verdi, Teatro Dal Verme e Auditorium di Milano, Teatro Donizetti (Bergamo), Teatro Manzoni (Bologna), Parco della Musica (Roma), per prestigiosi Festivals quali tra gli altri il Festival Michelangeli di Brescia e Bergamo, MusicaRivaFestival, Chopin Festival di Duszniki (Polonia), Ravinia Festival, Gilmore International Keyboard Festival, Portland International Piano Festival (Usa), lo Stellenbosch Piano Symposium (Sudafrica) e il Bologna Festival. Ha suonato come solista con prestigiose orchestre tra cui Houston Symphony, archi dei Berliner Philharmoniker, RTE National Symphony Orchestra, Konzertverein Orchestra, Festival Strings Luzern, Orchestra Sinfonica Verdi, con celebri direttori d’Orchestra quali Sir Neville Marriner, Pinchas Zuckerman, James Conlon, Miguel Harth-Bedoya, Gianluigi Gelmetti, Donato Renzetti. Ha inciso per Sipario, Azica, Arktos, Concerto, Amadeus, Suonare Festival e Brilliant Classics, ed è di recentissima pubblicazione il suo disco di debutto per Decca con l’incisione integrale delle Harmonies Poetiques et Religieuses di Liszt. Il New York Times ha scritto di lui: “Questo pianista italiano ha mostrato una maturità artistica che va ben oltre la sua età anagrafica; una meravigliosa purezza e una padronanza delle suggestioni più profonde hanno caratterizzato le sue interpretazioni. Plano ha dato dimostrazione di virtuosismo levigato a livelli di competizione tanto quanto di profondità musicale”.
SOFYA GULYAK Nel settembre 2009 a Sofya Gulyak è stato assegnato il primo premio e la Medaglia d’Oro Principessa Maria al XVI Concorso Pianistico Internazionale di Leeds. È stata la prima e sino ad oggi l’unica donna ad ottenere questi premi. Da allora si è esibita in tutto il mondo con grande successo. Sofya è stata elogiata dalla critica per la sua “incredibile precisione e la delicatezza del suono” ed è stata descritta come una grande stella dello spettacolo (“Washington Post”). Ha vinto il primo premio al concorso internazionale William Kapell negli USA, al Maj Lind di Helsinki, al concorso di Tivoli a Copenhagen, al Gyeongnam International Piano Competition in Corea del Sud, al concorso pianistico di San Marino. Nata a Kazan (Russia), dove ha studiato in un collegio musicale, e poi al Conservatorio di Stato di Kazan con Elfiya Burnasheva, Sofya Gulyak si è diplomata anche all’Ecole Normale di musica Alfred Cortot, a Parigi con il massimo dei voti. Ha proseguito gli studi musicali all’Accademia Pianistica Internazionale “Incontri con il Maestro” di Imola dove ha studiato con Boris Petrushansky. Ha studiato anche al Royal College of Music di Londra con Vanessa Latarche. Sofya Gulyak ha suonato in tutto il mondo: al Teatro alla Scala e alla Sala Verdi di Milano, alla Hercules-Saal di Monaco, alla Salle Cortot, alla Salle Gaveau e alla Salle Pleyel di Parigi, alla Sala del Conservatorio di Mosca, al Konzerthaus di Berlino, al Gewandhaus di Lipsia, al Kennedy Center di Washington, al Palais de Musique di Strasburgo, all’Hong Kong City Hall, al Shanghai Grand Theatre, alla Finlandia Hall di Helsinki, al Bridgewater Hall a Manchester, al Teatro Municipal di Rio de Janeiro, all’Aberdeen Music Hall, alla Salle Molière a Lione, al Walt Disney Hall di Los Angeles, al Teatro del re a Rabat, al Kursaal di Berna, al Tivoli Concert Hall a Copenhagen. Sofya Gulyak si è esibita come solista con la London Philharmonic Orchestra, la Finnish Radio Symphony, la Filarmonica di San Pietroburgo, la Rio-de-Janeiro Symphony, la Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, la Halle Orchestra, la BBC Scottish, l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona, l’Orchestra Filarmonica di Bologna, la Bucharest Philharmonic, la Stavanger Symphony, la Deutsche Staatsphilharmonie Rheinland-Pfalz, la Ulster Symphony, la Filarmonica di Oulu, la Leipzig Philharmonic, la Helsinki Philharmonic, la Filarmonica del Marocco, la Copenaghen Symphony, l’Orchestre National de France, la Filippine Philharmonic, la Shanghai Philharmonic. Ha collaborato con direttori quali Vladimir Ashkenazy, Sakari Oramo, Mark Elder, David Hill, Donald Runnicle, Vasily Petrenko, Alan Buribayev, Eiving Gullberg Jensen, Theodor Guschlbauer, Rory McDonald, Danail Rachev, Fabio Mastrangelo, Michele Mariotti, Fuat Mansurov.

ANNALISA LONDERO, vincitrice dello Steinway Förderpreis München dopo il diploma ha proseguito gli studi con Andrea Lucchesini e con Gerhard Oppitz, sotto la guida del quale ha conseguito nel 2003 il Meisterklassendiplom presso la Hochschule für Musik und Theater München. Ha frequentato inoltre le masterclass di Maria Tipo e Lev Naumov. Numerosi i premi e riconoscimenti ottenuti, tra cui il 1° premio ai Concorsi di esecuzione pianistica “Coppa Pianisti d’Italia” di Osimo (An), “Carlo Gesualdo da Venosa”di Potenza e il 3° premio e premio della critica al Concorso “A. Speranza” di Taranto; diploma di finalista ai concorsi internazionali “F. Busoni” di Bolzano nel 2000 e 2001, “A. Casagrande” di Terni nel 2000 e “W. A. Mozart” di Salisburgo nel 2002, 4° premio al “Jose´Iturbi” di Valencia nel 2002 e 2° premio al “Cidade do Porto. Ha svolto attività concertistica solistica e in formazioni cameristiche in Italia (Società dei Concerti di Milano, Unione Musicale di Torino, Amici della Musica di Padova, Società del Quartetto di Vercelli, Festival delle Nazioni di Città di Castello, Fondazione Stradivari di Cremona) e all’estero (Teatro Principal de Valencia, Gasteig München, Musikhalle Hamburg, Tonhalle Düsseldorf, Konzerthaus Dortmund, Istituto Italiano di Cultura di Helsinki, Sociedad Filarmònica di Lima). Come pianista in orchestra ha collaborato con la Mahler Chamber Orchestra sotto la guida di prestigiosi direttori tra i quali Claudio Abbado, Daniel Harding, Christopher Hogwood, Marc Minkowski. Ha collaborato presso importanti istituzioni e con maestri di chiara fama (Fondazione “Romanini” di Brescia, “Accademia Musicale di Pavia”, “Festival delle Nazioni” di Città di Castello, EUYO, “Steinway Society” di Verona, “I Virtuosi Italiani”, “MusicaRivaFestival”, “Fondazione W.Stauffer” e “Fondazione Stradivari” di Cremona, Internationaler Instrumentalwettbewerb Markneukirchen, Carlo Chiarappa, Alberto Martini, Domenico Nordio, Marco Rogliano). Ha svolto attività didattica presso l’I.S.S.M “F. Vittadini” di Pavia, “G.Puccini” di Gallarate e Conservatorio “U. Giordano” di Foggia – Rodi Garganico, attualmente è docente di Pianoforte presso il Conservatorio “A. Buzzolla” di Adria. È laureata in Lettere (tesi in Biblioteconomia e archivistica musicale) presso l´Università “Ca’ Foscari” di Venezia.

GIUSEPPE ANEOMANTI ha studiato con Giuseppe Accorsi, Carlo Vidusso e Alberto Mozzati, diplomandosi in Pianoforte e Composizione al Conservatorio di Musica “G. Verdi” di Milano. E’ vincitore del concorso internazionale pianistico “P. Neglia” di Enna. Già titolare di ruolo della Cattedra di Pianoforte Principale nei Conservatori di Musica di Stato ha tenuto corsi di perfezionamento e Master-Classes alla R. Accademia Filarmonica di Bologna di cui è socio accademico nella classe dei pianisti e dei compositori, all’Istituto Superiore di Studi Musicali “F. Vittadini” di Pavia, alla Scuola di Musica “G. B. Pergolesi” di Sanremo e attualmente prosegue la collaborazione con le classi di Pianoforte dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “A. Peri”di Reggio Emilia. E’ stato invitato a suonare nelle sedi delle più prestigiose associazioni musicali straniere e italiane come il Mozarteum di Salisburgo, il Konzerthaus di Vienna, il Fest-Saal di Monaco di Baviera, il Conservatorio di Atene, il Teatro Fraschini di Pavia, la Società Concerti di Cremona, il Teatro Comunale di Alessandria, il Teatro Bibiena di Mantova, il Teatro Comunale di Ferrara, il Teatro Comunale di Lugo, il Teatro alle Grazie di Bergamo, la Sala Mozart dell’Accademia Filarmonica di Bologna, la Sala Piatti di Bergamo, la Sala Grande del Conservatorio di Piacenza, la Rassegna Musicale “Ottobre Dauno” di Foggia, il Festival Internazionale degli “Incontri Musicali” di Venezia e il Festival Musicale Internazionale dell’Umbria.

GINO BRANDI, enfant prodige negli anni ‘30, oggi ottantaseienne e sempre scintillante nella grazia e levità del suo intramontabile genio pianistico, è stato allievo di Amilcare Zanella e si è perfezionato con Carlo Zecchi e Alfredo Casella, poi con Géza Anda e Mieczyslaw Horszowzki. Vincitore di premi in numerosi concorsi fra cui il “Busoni” di Bolzano, il “Casella” di Napoli, il “Pozzoli” di Seregno (secondo dopo Maurizio Pollini) e il “Clara Haskil” di Lucerna, ha inciso per la Voce del Padrone, per la Rai e la Radio Svizzera Italiana, e ha tenuto innumerevoli concerti in tutta l’Europa. È stato chiamato spesso a far parte in giurie di concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Nel 1962 vince il concorso per titoli ed esami per la cattedra di pianoforte principale al Conservatorio di Padova, dopo aver insegnato nel Conservatori di Parma e Venezia; dal 1965 ha insegnato al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna, dal quale ha ricevuto il premio alla carriera “Il Battistino” nel 2014.

ALBERTO SPANO, giornalista e critico musicale, è direttore artistico e ideatore di numerose rassegne musicali, fra cui il Festival Santo Stefano, Pianofortisssimo, Le Quattro Stagioni del Lied, Pianoforum, Lezioni di Piano, La virtù in musica. È stato consulente artistico di manifestazioni e teatri fra cui il Teatro Nazionale di Ricerca Teatro di Leo de Berardinis–San Leonardo di Bologna, il Teatro Rossini di Lugo, il Teatro delle Celebrazioni di Bologna. Membro di giuria in vari concorsi internazionali fra cui il Concorso “Giuseppe di Stefano” di Trapani e il Premio Internazionale “La Siòla d’oro–Lina Pagliughi”, è stato direttore responsabile delle riviste specializzate Lyrica e Symphonia. Dal 1989 è produttore discografico per numerose etichette: Ermitage, Aura, Papageno, Universal, Decca, Deutsche Grammophon. Ha ideato varie collane discografiche per il Gruppo l’Espresso–la Repubblica, fra le quali «La leggenda di Arturo Benedetti Michelangeli» e «La Grande Storia della Musica Classica».

Bologna, 22 marzo 2016

Info: direzione artistica M° Sandro Baldi 335 535 90 64
www.circolodellamusica.it

Associarsi al Circolo della Musica 2016

Quota associativa 2016
100 euro (95 euro per i soci Endas e per chi è gia socio)
(almeno 150 euro socio sostenitore)

Read More

Il 2016 in musica del circolo della musica

COMUNICATO STAMPA stagione 2016

16 APPUNTAMENTI PER IL 2016 DEL CIRCOLO DELLA MUSICA

BOLOGNA – Saranno esattamente sedici i concerti dell’anno 2016 del Circolo della Musica di Bologna, disseminati in due sedi diverse fra il sabato 13 febbraio 2016 con il recital inaugurale di Annalisa Londero e il sabato 3 dicembre con l’esibizione dell’armonicista a bocca Santo Albertini. La XXXII stagione concertistica fondata e diretta dal pianista Sandro Baldi offre quest’anno una grande novità: dopo molti anni la maggior parte dei concerti avrà luogo nella bella Sala Goethe-Zentrum di via De’ Marchi 4 a Bologna, che è sede sia dell’Istituto di Cultura Germanica che dell’Alliance Française: la sala sarà dotata di un bel pianoforte a coda Yamaha C7, certamente uno strumento adeguato a soddisfare le esigenze più raffinate e dalla meccanica assolutamente perfetta. Cinque concerti nel periodo caldo si terranno invece alla Sala Andrea e Rossano Baldi di Rastignano, sede storica del Circolo della Musica. Solo un appuntamento dei sedici eventi si terrà invece alla Sala dei Carracci dell’Oratorio di San Rocco di Bologna: è il concerto di gala dei vincitori del VI Concorso Pianistico Internazionale “Andrea Baldi” che si svolgerà tra Bologna e Rastignano dal 2 al 5 giugno 2016.

Ma andiamo con ordine, segnalando innanzitutto la prestigiosa presenza di due eccellenti pianiste giapponesi Megumi Nakanomori e Ayumi Matsumoto, il 21 maggio e l’ 8 ottobre, della pianista russa Elena Nefedova in duo col pianista bulgaro Ivan Donchev il 12 marzo e dei due recital chopiniani di Luca Rasca (7 maggio e 19 novembre), primi due appuntamenti dell’integrale pianistica chopiniana che il pianista di origine ligure completerà nel giro di cinque anni.

Sabato 13 febbraio 2016 alle ore 21,15 al Goethe-Zentrum sarà dunque la pianista Annalisa Londero a inaugurare la stagione, dopo il grande successo del suo recital bolognese nell’aprile scorso. Nativa di Treviso, già allieva di Andrea Lucchesini, Maria Tipo e Gerhard Oppitz e dal ricco curriculum, Londero suonerà la Sonata in sol maggiore D 894 di Schubert, la Quarta Ballata di Chopin e i Davisbündlertänze op. 6 (Danza dei Seguaci della Lega di Davide) di Robert Schumann, una delle opere più intrise di riferimenti letterari e di appassionato romanticismo del compositore tedesco.

Tutti lo sanno: Schumann chiama Brahms. Difatti sabato 27 marzo sempre alle ore 21,15 l’integrale delle tre Sonate di Johannes Brahms per violino e pianoforte sarà al centro del concerto di un noto virtuoso dell’archetto quale è il bolognese Roberto Noferini (nel 2014 sua la fortunata incisione dei 24 Capricci di Paganini su strumento d’epoca), questa volta in duo col pianista romagnolo Denis Zardi, sempre al Goethe-Zentrum di via De’ Marchi.

Sabato 12 marzo sarà poi la volta del duo pianistico formato dalla russa Elena Nefedova e dal bulgaro Ivan Donchev, due ottimi pianisti dell’est che da tempo vivono in Italia e che hanno deciso di unire il proprio talento nell’esplorazione dello sterminato repertorio per pianoforte a quattro mani: a Bologna suoneranno la Sonata KV 381 di Mozart, l’Ouverture e lo Scherzo dal “Sogno di una notte di mezza estate” di Mendelssohn, i 16 Valzer op. 39 di Brahms e la spumeggiante (e rara) España di Emmanuel Chabrier.

Sabato 19 marzo sarà la volta dello spettacolo “Sono solo Bagatelle”, un concerto-conversazione dedicato all’esecuzione integrale delle Bagatelle di Beethoven (op. 33, 119 e 126) oltre alla famosissima bagatella in la minore “Per Elisa”. In scena due interpreti ferraresi doc quali la pianista Rina Cellini e il giornalista e scrittore Athos Tromboni. Il sublime Beethoven liofilizzato in pochi minuti di musica delle Bagatelle sarà intervallato da letture poetiche, realizzate a detta dello stesso autore Athos Tromboni, “un po’ per gioia , un po’ per gioco”.

Sabato 2 aprile sarà la volta di uno speciale omaggio alle canzoni di Cole Porter e George Gershwin col Trio Café 900 formato dalla cantante americana Kristen Mastromarchi, dal sassofonista Luigi Rinaldi e dal pianista Francesco Ricci. È un trio nato dalla voglia di riscoprire le origini di alcuni compositori Americani del primo Novecento; del mondo in cui vivevano e in cui scrivevano.

Bellissimo concerto per violoncello e pianoforte è in programma sabato 16 aprile, stavolta nella Sala “Andrea e Rossano Baldi” di Rastignano: protagonista il violoncellista Giacomo Grava e la pianista Virginia Rossetti, due solidi solisti che si sono formati alle scuole del Trio di Trieste, del Trio di Parma e dell’Altenberg Trio. Splendido il programma, con le celebri sonate di Chopin e Rachmaninov.

Sempre alla Sala “Andrea e Rossano Baldi”, sabato 7 maggio alle 21,15 primo concerto assoluto dell’integrale pianistica di Fryderyk Chopin con la partecipazione del pianista di origine ligure Luca Rasca, pluripremiato in molti concorsi internazionali e proveniente dalla prestigiosa Accademia di Imola: prima tappa a ritmo di danza la sua, con l’esecuzione di 19 Valzer, Galop, Scozzesi, Marquis, Bourrées e Controdanze.

Sabato 21 maggio recital della giovane pianista giapponese Megumi Nakanomori, diplomata nel 2007 a Conservatorio di Tokyo e ormai affermata in una solida carriera internazionale che la vede suonare come solista, con orchestra e in numerosi gruppi da camera. Clementi, Chopin, Debussy, Respighi e Ravel gli autori in programma.

Si concluderà con il tradizionale concerto di gala dei premiati in programma domenica 5 giugno all’Oratorio di San Rocco in via Calari 4/2 la VI edizione del CONCORSO PIANISTICO INTERNAZIONALE “ANDREA BALDI”, che si svolgerà a Rastignano dal 2 al 5 giugno 2016, strutturato anche quest’anno in cinque categorie e con la partecipazione di una giuria di respiro internazionale.

Sarà così molto atteso il successivo concerto giovedì 7 luglio sempre alla Sala “Andrea e Rossano Baldi”: si esibirà il fresco vincitore del VI Concorso Internazionale “Andrea Baldi”, il cui nome si conoscerà solo il giorno 5 giugno sera durante il Gala dei premiati.

Atteso anche il recital del 21enne pianista sassarese Simone Ivaldi, in programma giovedì 14 luglio a Rastignano. Quello che si definisce “un talento” il suo, allievo di Stellini e De Maria, Ivaldi dispone di un già ricco curriculum, che fa ben sperare per il suo futuro. In programma Clementi (op. 50 n. 3), Chopin (Sonata op. 35 “Marche Funèbre”), Debussy (Images) e Scriabin (Sonata n. 5).

Dopo la pausa estiva la stagione riprende sabato 8 ottobre 2016 alla Sala Goethe-Zentrumin via De’ Marchi 4 con la talentuosa pianista giapponese Ayumi Matsumoto, allieva in patria di Mari Takeda Hain e in Italia di Andrea Padova al Conservatorio di Parma, anche lei vincitrice di un primo premio al Concorso “Andrea Baldi” 2015, durante il quale si è segnalata per la grande bellezza del suono, per l’originalità del suo fraseggio e delle sue scelte interpretative sempre orientate ad una grande raffinatezza formale.

Il 22 ottobre invece sarà la volta del vincitore del primo premio assoluto del VI Concorso “Andrea Baldi”, di colui cioè che avrà conquistato la votazione più alta di tutte le categorie.

Sabato 5 novembre tornerà poi a risuonare col suo bel suono e la sua maturità musicale il flauto del bolognese Simone Ginanneschi in duo con la pianista Floriana Franchina: un duo ormai affiatatissimo che in quasi dieci anni ha esplorato l’intero repertorio per duo flauto e pianoforte. Un duo che alla bisogna può trasformarsi immediatamente in duo flautistico: la pianista è infatti diplomata anche in flauto (con Giorgio Zagnoni) e alterna senza problema i due strumenti sia in chiave solistica che nell’insegnamento. In programma musiche di Mozart, Beethoven e Verdi.

Il 19 novembre secondo appuntamento col pianista Luca Rasca per il ciclo integrale delle opere di Fryderyk Chopin, probabilmente il primo sotto le Due Torri con un solo interprete: in programma le tre Sonate per pianoforte solo.

Grande curiosità susciterà – ne siamo certi – l’appuntamento conclusivo del 2016, il 3 dicembre, un concerto per armonica a bocca, strumento conosciuto per lo più per il suo uso dilettantistico. È invece uno strumento a fiato fra i più difficili, con interessantissime possibilità espressive e un repertorio di trascrizioni quasi infinito. Lo sa bene il trentino Santo Albertini, uno fra i maggiori virtuosi italiani di armonica a bocca, come lo fu il suo celebre maestro Luigi Oreste Anzaghi. A Bologna presenta un fantastico pot-pourri di arie e colonne sonore celebri di Ennio Morricone e Astor Piazzolla, in duo col pianista Edoardo Bruni, autore egli stesso di musiche originali e di molte di queste trascrizioni per armonica a bocca.

A CURA DELL’UFFICIO STAMPA DEL CIRCOLO DELLA MUSICA
ALBERTO SPANO
TEL 051 220323

INGRESSO AI SINGOLI CONCERTI
10 euro (Soci Endas)
Non soci: 2 euro in più per tessera Endas
CHI SI ASSOCIA AL CIRCOLO
AVRA’ IL POSTO RISERVATO E L’ENTRATA GRATUITA A 15 CONCERTI
(10 concerti presso L’ISTITUTO DI CULTURA GERMANICA/ALLIANCE FRANÇAISE
E 5 CONCERTI PRESSO LA SALA ANDREA E ROSSANO BALDI DI RASTIGNANO)
QUOTA ASSOCIATIVA 2016: 100 EURO
(SOCI DEL CIRCOLO, SOCI ENDAS, SOCI ALLIANCE FRANÇAISE E ISTITUTO DI CULTURA GERMANICA: 95 EURO)
PER DESTINARE IL 5 X 1000
AL CIRCOLO DELLA MUSICA DI BOLOGNA BASTA INSERIRE IL CODICE FISCALE DEL CIRCOLO
92047660375 (CASELLA ASSOC. DI PROMOZIONE SOCIALE)

INFO: circolodellamusica@alice.it
www.circolodellamusica.it
Direzione artistica Sandro Baldi 335 535 9064

 

C.S. 5 Concorso “Andrea Baldi” giugno 2015

Comunicato stampa

IL CONCORSO BALDI CHE RICORDA ANDREA

7, 13 e 14 giugno 2015 le date della quinta edizione del CONCORSO PIANISTICO “ANDREA BALDI”, (che si concluderà lunedì 15 giugno alle ore 21,15 col concerto dei vincitori all’Oratorio San Rocco, strutturato quest’anno in cinque categorie e caratterizzato da una giuria di respiro internazionale: Boris Bekhterev, Gino Brandi, Galina Chistiakova, Oliver Kern, Olaf John Laneri, Alberto Nosè, Luca Rasca, Luca Schieppati, Alberto Spano

L’edizione 2015 gode del contributo della Fondazione Carisbo, dell’Endas Emilia Romagna, di Luciana Zampori, Antonella Brunelli e Sandro Baldi.

BOLOGNA – Ritorna, dopo il notevole successo arriso alle prime quattro edizioni (circa 300 partecipanti da Italia, Brasile, Giappone, Estonia, Taiwan, Corea, Polonia, Romania, Russia, Spagna, Bulgaria, Slovenia, Svizzera) il Concorso Pianistico “Andrea Baldi”, fondato dal pianista Sandro Baldi nel 2011 per perpetuare la memoria del figlio Andrea, scomparso a 18 anni in un incidente stradale. Concorso che ha segnalato nelle passate edizioni il grande talento di Johan Randvere, Tomoko Ikuta, Liao Xianji, João Tavares Filho, Josiko Furukawa e degli italiani Virginia Rossetti, Alessandra Giunti, Alberto Tessarotto, Margherita Santi, Dario Zanconi, Jacopo Giacopuzzi, Giulio Andreetta. Ecco ora prendere avvio la quinta edizione in programma il 7, 13 e 14 giugno 2015 presso l’Auditorium “Andrea e Rossano Baldi” di Rastignano (BO), con concerto finale all’Oratorio di San Rocco di Bologna il 15 giugno alle 21,15 ad ingresso gratuito.

Si tratta di un concorso pianistico riservato a tutti i giovani pianisti, articolato in cinque categorie (la A e A1 riservata agli alunni delle scuole medie a indirizzo musicale, la B fino a 11 anni, la C fino ai 15, D fino ai 20 ed E fino a 35), che contempla l’esecuzione di un vasto repertorio. Oltre ai premi in denaro per ogni categoria, ai vincitori assoluti delle categorie D e E saranno assicurati sei concerti premio offerti da
Associazione Malipiero Concerti di Asolo (11 luglio 2015)
Associazione Amici della Musica di Ferrara (luglio 2015)
Circolo della musica di Bologna (14 novembre 2015 con esecuzione obbligatoria di un concerto per pianoforte e orchestra di Mozart)
Castello Villa Dolfi Ratta di San Lazzaro (stagione 2016)
Milano, Concerti Coop (stagione 2016)
Associazione Emilia Romagna Festival (luglio-agosto 2016)

Oltre ai primi premi per ogni categoria (oltre 3.000 euro è il montepremi), all’interno del bando è contemplato anche un ‘premio Endas Emilia Romagna’, un ‘premio speciale Andrea Baldi’ per le migliori esecuzioni delle composizioni del piccolo Andrea, revisionate e pubblicate a cura del Circolo della Musica e un ‘premio Curci’ consistente in due buoni acquisto di libri delle edizioni Curci.

Qualche breve dato anagrafico dei giurati dell’edizione 2015: il russo BORIS BEKHTEREV si è formato presso la Scuola Musicale Gnessin di Mosca. Nel 1970, dopo aver ottenuto il Primo Premio al Concorso Sovietico per Pianisti, inizia un’importante attività concertistica come solista e in duo con il violinista Vladimir Spivakov. Protagonista di prestigiosi concerti in Unione Sovietica e nelle più famose sale: Konzerthaus di Vienna, Accademia di Santa Cecilia di Roma, Teatro alla Scala di Milano, Carnegie Hall di New York, del Giappone etc. Suona in duo con Boris Belkin, Uto Ughi, Pavel Berman e Maxence Larrieu. Si è inoltre esibito nel Trio “César Franck” insieme al violinista Felice Cusano e alla violoncellista Susan Moses dando concerti in Italia e negli Stati Uniti. Nel 1996 è stato invitato da Kobe College in Giappone, che gli ha assegnato un incarico di professore di pianoforte e dal 1998 è stato docente alla Mukogawa University. Ha inciso per Melodiya, Emi, Phoenix Classics e Camerata Tokyo.

GINO BRANDI, enfant prodige negli anni ‘30, oggi ottantacinquenne e sempre scintillante nella grazia e levità del suo intramontabile genio pianistico, è stato allievo di Amilcare Zanella e si è perfezionato con Carlo Zecchi e Alfredo Casella, poi con Géza Anda e Mieczyslaw Horszowzki. Vincitore di premi in numerosi concorsi fra cui il “Busoni” di Bolzano, il “Casella” di Napoli, il “Pozzoli” di Seregno e il “Clara Haskil” di Lucerna, ha inciso per la Voce del Padrone, per la Rai e la Radio Svizzera Italiana, e ha tenuto innumerevoli concerti in tutta l’Europa. È stato chiamato spesso a far parte in giurie di concorsi pianistici nazionali ed internazionali. Nel 1962 vince il concorso per titoli ed esami per la cattedra di pianoforte principale al Conservatorio di Padova, dopo aver insegnato nel Conservatori di Parma e Venezia; dal 1965 ha insegnato al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna, dal quale ha ricevuto il premio alla carriera “Il Battistino” nel 2014.

GALINA CHISTIAKOVA nasce nel 1987 a Mosca in una famiglia di musicisti e inizia lo studio del pianoforte, sotto la guida della madre all’età di tre anni. Nel 1993, a soli sei anni, viene ammessa alla Scuola Centrale di Musica del Conservatorio Tchaikovsky di Mosca dove studia con H. Khoven, A. Ryabov e M. Voskresensky. Vince numerosi concorsi internazionali: “3° Concorso Chopin per giovani pianisti” (Mosca, 2000), “7° Concorso Europeo Chopin” (Darmstadt, Germania, 2002), “2° Concorso in memoria di Emil Giles” (Odessa, Ucraina, 2003), “3° Concorso per pianoforte Skryabin” (Mosca, Russia, 2004). Ha preso parte a numerose master class con A. Sandler, A. Bonduryansky, D. Bashkirov, P. Badura Skoda, D. Pollack, M. Bilson., B. Petrushansky. Nel 2011 vince il primo premio al 2° Concorso internazionale per pianoforte e orchestra a Shenzhen (Cina) e nel 2013 il 5° premio al 59° concorso pianistico internazionale F. Busoni. Suona in molte formazioni cameristiche, in particolare in duo pianistico con la sorella Irina.

OLIVERT KERN nasce nel 1970 a Schwäbisch Gmünd in Germania, dove inizia lo studio del pianoforte a soli 5 anni. Completati gli studi con Wan Ing Ong, si perfeziona con Rudolf Buchbinder e Karl-Heinz Kämmerling alla “Musik-Akademie” di Basilea e al “Mozarteum” di Salisburgo. Si impone all’attenzione della critica vincendo i due prestigiosi concorsi: “ARD” di Monaco 1999 e “Beethoven” di Vienna 2001, nel quale consegue anche il premio speciale per la migliore interpretazione delle Sonate di Beethoven. Si è esibito in numerosi festival e sale da concerto e con le maggiori orchestre sinfoniche in Europa, America ed Asia, diretto da maestri quali Dennis Russell Davies, Michael Stern, Lü Jia, Marc Soustrot, Gerard Oskamp, Dmitri Yablonski. Ha inciso per la radio e la televisione tedesca, austriaca, francese, italiana e giapponese. Svolge, oltre a quella solistica, attività di musica da camera con il Quartetto d’Archi della Scala, Francesco Manara, Alessio Allegrini. Incide per Realsaound e Nimbus. È docente di pianoforte alla Hochschule für Musik di Francoforte.

LUCA RASCA si è formato con Maria Golia, discendente diretta della scuola napoletana di Luigi Finizio. Si è perfezionato con Piero Rattalino, Vincenzo Balzani, Franco Scala e Sergio Perticaroli e ha frequentato master class con Alexander Lonquich, Paul Badura Skoda, Maurizio Pollini. Si è esibito nelle maggiori sale di concerto italiane dopo essersi imposto nei concorsi di Dortmund, Londra, Terni, Pordenone e Cagliari. Ha registrato per Raiuno. Ha pubblicato cd per Stradivarius (Prokofiev), Clarius Audi (Ravel), Suonare Records (Schubert-Liszt-Chopin) e ha collaborato con altri 9 artisti alla registrazione integrale degli studi di Muzio Clementi per l’etichetta londinese Arts.

ABERTO NOSÈ, vincitore di numerosi concorsi internazionali (Paloma O’Shea di Santander (1° Premio, Medaglia d’oro e Premio del Pubblico), F. Chopin di Varsavia (5° premio nel 2000), Maj Lind di Helsinki (1° premio nel 2002), Vendôme Prize di Parigi (1° premio nel 2000). Alberto Nosè, di origine veneta, sta facendo una splendida carriera come solista e in duo col violinista Vladimir Spivakov, presso le sedi più prestigiose: Konzerthaus di Vienna, Accademia di Santa Cecilia di Roma, Teatro alla Scala di Milano, Carnegie Hall di New York, Giappone, etc.

Un altro italiano, catanese di nascita ma con sangue svedese da parte di madre, è OLAF JOHN LANERI, vincitore del Concorso Ferruccio Busoni nel 1998 e interprete irreprensibile dei classici e dei romantici. Beethoven è uno dei suoi autori prediletti: da poco tempo ha concluso l’esecuzione pubblica delle 32 Sonate di Beethoven, integrale che presto riprenderà in varie città italiane. Altra sua grande specialità è l’esecuzione delle Variazioni su un tema di Paganini di Brahms, di cui esiste adeguata testimonianza discografica.

LUCA SCHIEPPATI, milanese, inizia lo studio del pianoforte a 5 anni con Edda Ponti, diplomandosi poi al Conservatorio di Milano con Paolo Bordoni. Si perfeziona con Aldo Ciccolini. Si è imposto in numerosi concorsi, possiede un vasto repertorio solistico e da camera ed esegue spesso opere di Carlo Boccadoro, Carlo Galante, Jose Manuel Lopez-Lopez, Sonia Bo, Dario Maggi. È stato diretto da Anton Marek, Alberto Veronesi, Flavio Emilio Scogna, Andrea Raffanini. Svolge intensa attività di musica camera accanto a Piercarlo Sacco, Sasha Zyumbrovskiy e Külli Tomingas. Ha suonato con Giulio Franzetti, Crtomir Siskovic, Alexandr Trostianskj, Stefano Montanari, Rustam Komatchkov, Luca Fiorentini, Fabrizio Meloni, Denis Zanchetta, Francesco Di Rosa, Cristiano Burato, Sofya Gulyak, Corrado Greco, Natalia Katyukova, Antti Siirala e con le cantanti Luciana Serra e Denia Mazzola Gavazzeni. Dal 1995 è docente di pianoforte al Conservatorio di Novara.

ALBERTO SPANO, giornalista e produttore discografico, è direttore artistico di numerose rassegne musicali, fra cui il Festival Santo Stefano, Pianofortisssimo, Le Quattro Stagioni del Lied, Pianoforum, Lezioni di Piano, La virtù in musica. È stato consulente artistico di manifestazioni e teatri fra cui il Teatro Nazionale di Ricerca Teatro di Leo de Berardinis–San Leonardo di Bologna, il Teatro Rossini di Lugo, il Teatro delle Celebrazioni di Bologna. Membro di giuria in vari concorsi internazionali fra cui il Concorso “Giuseppe di Stefano” di Trapani e il Premio Internazionale “La Siòla d’oro–Lina Pagliughi”, è stato direttore responsabile delle riviste specializzate Lyrica e Symphonia. Dal 1989 è produttore discografico per numerose etichette: Ermitage, Aura, Papageno, Universal Music. Ha ideato varie collane discografiche per il Gruppo l’Espresso–la Repubblica, fra le quali «La leggenda di Arturo Benedetti Michelangeli» e «La Grande Storia della Musica Classica».

Info: direzione artistica M° Sandro Baldi 335 535 90 64
www.circolodellamusica.it

 


R.Vinciguerra tutti i preludi pianista Sandro Baldi

Incontro col compositore Remo Vinciguerra (9 aprile)

Nell’occasione è stato presentato il CD BONGIOVANNI appena pubblicato con

L’INTEGRALE DEI PRELUDI DI VINCIGUERRA

(12 Preludi colorati, 11 Preludi orientali e 13 preludi nel bosco)

nell’interpretazione del pianista Sandro Baldi.

Read More

Sofya Gulyak al Teatro alla Scala di Milano

il 5 marzo 2012 Sofya Gulyak suonerà al Teatro alla Scala di Milano

Read More

Concerto in memoria di Andrea e Rossano Baldi

Sabato 15 ottobre 2011

Concerto in memoria di Andrea e Rossano Baldi

GINO BRANDI, pianoforte

Read More