MASTER CLASS

Le master classes si svolgeranno a Rastignano presso la sede del Circolo della Musica di Bologna “Andrea e Rossano Baldi” in via Valleverde 33 su pianoforte Bosendorfer o Grotrian Steinweg. Il circolo è raggiungibile in treno in 12 minuti da Bologna centrale e dista 300 metri dalla fermata del treno (linea Bologna-Prato Firenze) e 500 metri dalla fermata degli autobus 13 e 96 che si prendono nel centro di Bologna. Le master class sono attivabili con almeno 4 partecipanti; al termine della master class verrà rilasciato un diploma di partecipazione.

 Per informazioni 335-5359064  circolodellamusica@alice.it

 foto MARIO PANCIROLI HONG KONG 1.HD.1 HK -

MARIO PANCIROLI, pianoforte

SETTEMBRE- DICEMBRE

1° Incontro:  DOMENICA 11 SETTEMBRE 2016
2° Incontro:  DOMENICA 9 OTTOBRE 2016
3° Incontro:  DOMENICA 6 NOVEMBRE 2016
4° Incontro:  DOMENICA  4  DICEMBRE 2016
La quota associativa di iscrizione di euro 150  deve pervenire all’ Associazione CIRCOLO DELLA MUSICA  entro il 31 Agosto 2016
tramite bonifico bancario c/c n. 100. 550.192 C/O unicredit  agenzia  rastignano
iban : IT 03 O 02008 37001 000100550192
 
Chi ha intenzione di iscriversi dovrà mandare preventivamente una mail con un documento di identità a circolodellamusica@alice.it
e solo dopo aver avuto conferma (a raggiungimento del numero minimo di partecipanti) dovrà effettuare il bonifico.
La quota di frequenza alla masterclass di Euro 450 dovrà essere regolarizzata  il primo giorno di lezione
domenica 11 Settembre 2016 direttamente al docente.

MARIO PANCIROLI, milanese, inizia gli studi musicali presso il Conservatorio “G. Verdi” della sua città con Maria Gloria Ferrari per il pianoforte e Luciano Chailly per la composizione. Ma è l’incontro con Aldo Ciccolini, avvenuto all’età di 16 anni, a rappresentare una svolta profonda nella sua formazione pianistica, determinando quel mutamento artistico che il noto pianista italo-francese ha generato con il suo insegnamento. Mario Panciroli ha tenuto concerti per importanti Istituzioni musicali e Festivals Internazionali (Festival Estival di Annecy, Festival di Besancon, Festival du PIANO a Aix-en-Provence, GraffeneggSchlosskonzert, Sommerkonzert di Gstaad, Festival di Dubrovnik, Varna Festival). Tra i Direttori d’Orchestra con cui ha collaborato ricordiamo Armin Jordan (Orchestre de la Suisse-Romande), Lawrence Foster (Philarmonique de Monte-Carlo), LeosSwarovsky (CzechPhilarmonic). La critica ha sottolineato “il brillante virtuosismo e la personalità esecutiva, qualità che unite al repertorio variegato e alle scelte intelligenti e per nulla scontate dei programmi, lo collocano tra gli interpreti da seguire con attenzione” (H. Schonberg- N.Y. TIMES 1992).  Ha insegnato per diversi anni nei Conservatori di Musica italiani e tenuto diverse Master Class in Italia e all’estero. Tra gli ultimi impegni musicali che lo hanno visto protagonista si ricorda il recente debutto a Hong Kong nel prestigioso Auditorium Jokey Club.

 
 
 
 

Attivabile con almeno 4 richieste in data da concordare

ALBERTO NOSE’, pianoforte

ALBERTO NOSE’ ha vinto il concorso di Montecarlo nel 2015. Già allievo di Laura Palmieri e Leonid Margarius e vincitore a soli 11 anni del Concorso internazionale Jugend für Mozart di Salisburgo e in seguito di un’impressionante serie di concorsi internazionali, fra cui il primo premio assoluto al Paloma O’Shea di Santander, al Maj Lind di Helsinki, al Vendôme Prize di Parigi, al Gante di Pordenone e, due anni fa, al Top of the World International Piano Competition di Tromsø (Norvegia). Grazie a tali e tante altre affermazioni (come quelle allo Chopin di Varsavia 5° premio, e al Busoni di Bolzano 2° premio e al Long-Thibaud di Parigi 2° premio) Nosè ha iniziato una strepitosa carriera che lo ha portato ad esibirsi in Europa e in tutto il mondo e con le migliori orchestre e direttori. Ha inciso per Tau Records, Nascor, Domovideo e Naxos. Proprio per Naxos ha inciso le 6 Sonate di Johann Christian Bach, cd disco uscito nel 2008 che ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, fra cui il Premio “Choc di Monde” della rivista Le Monde de La Musique e il “4 Diapason Superbe”, ed è stato trasmesso in tutto il mondo, da Radio France, BBC 3, Radio 4Netherland, Radio New Zealand, ABC Classic FM USA e Australia.

foto laneri 2

Attivabile con almeno 4 richieste in data da concordare

OLAF JOHN LANERI, pianoforte

 OLAF JOHN LANERI, Consegue il diploma con lode e menzione al Conservatorio di Verona sotto la guida di L.Palmieri;
prosegue, quindi, la sua formazioneartistica a Bolzano con N.Montanari, a Parigi con M.Rybicki e all’Accademia Pianistica di Imola,
dove studia con P.Rattalino, R.Risaliti, e F.Scala, e dove si diploma come Master nel settembre del 1998.
Dopo diverse vittorie in competizioni nazionali,risulta laureato ai concorsi internazionali di Monza, di Tokyo e di Hamamatsu.
Nell’estate del 1998 vince la cinquantesima edizione del prestigioso concorso “F. Busoni” di Bolzano
(II premio ‘con particolare distinzione’; il I premio non viene assegnato), e nel 2001 ottiene il II premio al World Music Piano Masterdi Montecarlo. 
Viene invitato a suonare per rinomate stagioni in Italia e in Europa come solista e
con orchestra (Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, l’Orchestra dell’Arena di Verona, con la Symphony Orchestra di
Tokyo, con l’Orchestra Filarmonica di Montecarlo ,con l’Orchestra della Radiotelevisione Slovena con l’Orchestra dei Pomeriggi
Musicali di Milano…), collaborando con direttori quali Lawrence Foster, Tomas Hanus e Lior Shambadal. Ha suonato al Festival
di Brescia e Bergamo, al Teatro Olimpico di Vicenza, al Teatro Bellini di Catania, alla Sagra Malatestiana di Rimini, al Tiroler
Festspiele in Austria, alla Radio della Svizzera Italiana a Lugano, al Festival della Ruhr, alla Herkulessaal (recital registrato dalla
radio tedesca) e al Gasteig di Monaco, alla Salle Gaveau e per Radio Francee al Musée Debussy a Parigi, in Salle Molière a
Lione, al Festival Paderewski e al Festival Chopin in Polonia, all’Opéra di Montecarlo , al a Parigi, al Festival de Piano di Lille,
per gli Amici della Musica di Verona e di Novara, per l’Accademia Filarmonica di Rovereto; inoltre, nel 2008 ha suonato, con
successo, il Secondo Concerto di Brahms con i Berliner Symphoniker alla famosa Philharmonie di Berlino. Il suo repertorio
comprende, tra l’altro, l’intero corpus delle Sonate di Beethoven, la cui integrale ha concluso a Bologna per il Circolo della
Musica.
 
foto 3  sandro baldi

Attivabile con almeno 4 richieste in data da concordare
SANDRO BALDI, didattica pianistica

SANDRO BALDI ha intrapreso lo studio del pianoforte a quattordici anni e a sedici anni ha tenuto il suo primo concerto solistico alla Sala Mozart dell’Accademia Filarmonica di Bologna. Diplomato al Conservatorio Verdi di Milano con Paolo Bordoni e all’Accademia Filarmonica di Bologna col massimo dei voti e la lode, si é laureato in Economia e poi ha studiato al Dams di Bologna. Si è perfezionato all’Accademia Chigiana di Siena con Joaquin Achùcarro e al Mozarteum di Salisburgo con Hans Graf, dove ha vinto borse di studio e concerti premio

Nel 2011 ha pubblicato “Il libro della tecnica del pianoforte” che per la prima volta mette a disposizione del pianista tutte le combinazioni delle dita e tutti i generi della tecnica in forma di esercizi sintetici ed esaustivi.

Ha insegnato nei corsi di perfezionamento dell’Accademia Filarmonica di Bologna ed è titolare di cattedra di pianoforte principale al Conservatorio di Adria. Ha realizzato numerose revisioni pianistiche di Bach, Mozart, Beethoven, Duvernoy, Heller, Cramer, Beyer e Clementi per Berben e Casa musicale Eco. (www.circolodellamusica.it).

Ha inoltre inciso per Antares, Bongiovanni, Eco, Papageno e Videoradio alcuni concerti e sonate di Mozart con I Filarmonici del Teatro Comunale di Bologna e La Piccola Sinfonica di Milano, l’integrale degli studi di Duvernoy e dei preludi di Remo Vinciguerra in prima registrazione mondiale e brani di Bach, Chopin, Clementi e Satie.

Ha eseguito come solista e con orchestra oltre 500 concerti in tutta Europa (Gasteig di Monaco di Baviera, Bechstein Saal di Vienna, Accademia di Musica di Ginevra, Wiener Saal di Salisburgo, Filharmonia di Poznan, Musica Insieme di Bologna, Emilia Romagna Festival, Lyceum di Lugano, Accademia pianistica di Udine, Teatro Puccini di Merano, Accademia Filarmonica di Bologna, Società Concerti di Cremona, Teatro Chiabrera di Savona, Sala Piatti di Bergamo, Teatro Comunale di Modena, Piemonte in Musica di Asti, Musicus Concentus di Firenze, Società Filarmonica Pisana, Accademia Musicale Pescarese, nonché ai Festival internazionali di Cervo, Gressoney, Dijon, Rab, Asolo, Opatija, Gorizia, Saludecio, Perugia, Bordighera e Pomposa, e in importanti stagioni a Parigi, Madrid, Atene, Friburgo, Heidelberg, Zurigo, Amburgo, Roma, Genova, Torino, Venezia, Napoli, Milano, ecc.) ottenendo lusinghieri commenti sui principali quotidiani (Il Resto del Carlino, La Repubblica, La Nazione, Il Corriere della Sera, L’Arena, L’Unità, La Stampa, Il Gazzettino, Süddeutsche Zeitung ecc.) che hanno evidenziato il suo fraseggio morbido e raffinato, la ricerca del suono e l’originalità interpretativa.